Costi energetici ridotti ed emissioni minime sono solo alcuni dei vantaggi offerti dall’asfalto a basse temperature.

ASFALTO SCHIUMATO

Ammann non si focalizza su un particolare metodo di alimentazione additivi o di schiumatura del bitume, in quanto vanno considerate diverse variabili. È infatti interessato l’intero processo, partendo dall’essiccamento a basse temperature, per passare a sequenze speciali di miscelazione fino all’aggiunta dei materiali riciclati. Solo ottimizzando le soluzioni tecniche per rispondere al 100% alle esigenze del cliente è possibile ottenere il massimo rendimento, qualità e affidabilità.

Vantaggi

  • Costi di produzione ridotti
  • Un ambiente lavorativo più sicuro per gli addetti
  • Emissioni contenute in cantiere
  • Emissioni minori di CO₂ nell’impianto
  • Nessuna nuova attrezzatura per la posa, in quanto si usano le stesse vibrofinitrici e gli stessi rulli
  • Qualità costante dell’asfalto

APPALTI

L’asfalto schiumato soddisfa i requisiti richiesti per aggregati miscelati ad alte temperature. Le specifiche per l’asfalto e lo strato di copertura non si modificano. Rispettando le specifiche di procedura consigliate si possono sfruttare gli stessi test ed analisi di laboratorio.

In molti paesi si stanno elaborando progetti a livello nazionale che mirano a includere negli standard l’asfalto a basse temperature. Fino all’approvazione definitiva si deve pertanto controllare che gli appalti ammettano esplicitamente l’uso di asfalto a basse temperature.

La produzione di asfalto a basse temperature è perfettamente compatibile con l’asfalto riciclato, in quanto le temperature di miscelazione ridotte provocano una minore ossidazione del bitume nell’asfalto di recupero. Ne derivano un invecchiamento minore del bitume fresco durante la miscelazione e una migliore resistenza alle basse temperature.

Il bitume schiumato viene usato come elemento ausiliario per il manto stradale in determinati paesi, in quanto migliora le caratteristiche di compattazione dell’asfalto.

Vantaggi

  • Qualità analoga all’asfalto a caldo
  • Stesse ricette dell’asfalto a caldo
  • Stesse prescrizioni di lavorazione dell’asfalto a caldo
  • Stesse procedure di prova
  • Meno emissioni in cantiere
  • Emissioni ridotte di C0₂
  • Consumi decisamente minori di carburante

POSA

La differenza tra miscele tiepide e miscele tradizionali risulta evidente in fase di posa dell’asfalto.

Il processo di posa e compattazione si modifica in base alla tecnologia a basse temperature utilizzata. Ad es. la miscela a base di materiali in schiuma si lascia compattare a lungo, mentre le miscele a base di cera induriscono rapidamente.

Si migliorano le condizioni operative per gli addetti alla posa, con vapori e odori del bitume decisamente ridotti. Una riduzione della temperatura dell’asfalto di 10° C dimezza le emissioni in cantiere. Pertanto lavorando con una temperatura di 50° C si riducono le emissioni del 95 percento circa.

Vantaggi

  • Qualità analoga all’asfalto a caldo
  • Emissioni ridotte in cantiere
  • Emissioni minori di CO₂ nell’impianto
  • Nessuna nuova attrezzatura per la posa, in quanto si usano le stesse vibrofinitrici e gli stessi rulli

PRODUZIONE

Ammann ritiene che in futuro l’asfalto a basse temperature giocherà un ruolo determinante. In stretta collaborazione con clienti e laboratori abbiamo sviluppato il processo Ammann Foam.

Il processo sfrutta la schiumatura del bitume con acqua e viene utilizzato in impianti continui o batch. La procedura Ammann Foam non utilizza additivi chimici e quindi può essere integrato facilmente in impianti già esistenti.

Il processo si avvia nel momento in cui il bitume è pompato nel generatore di schiuma. Si inietta quindi ad alta pressione dell’acqua fredda, senza additivi chimici, e la si miscela con il bitume caldo. Successivamente la miscela acqua/bitume viene spruzzata attraverso gli ugelli di scarico. Quando la miscela esce dal generatore di schiuma l’acqua evapora con un effetto ad esplosione creando il cosiddetto bitume schiumato.

Vantaggi

  • Riscaldamento degli aggregati a circa 115° C
  • Perfetta miscelazione di bitume e aggregati
  • Compattazione dell’asfalto a basse temperature
  • Il generatore di schiuma può essere integrato in impianti continui o a batch
  • Sono sempre possibili soluzioni retrofit per impianti già in funzione

 

GENERATORE DI SCHIUMA

Il bitume a schiuma permette di ampliare la gamma di prodotti offerti dal vostro impianto. Il generatore di schiuma Ammann permette di realizzare bitumi in schiuma per le costruzioni stradali di varia durezza e bitumi polimerici modificati.

Il generatore di schiuma può essere usato anche per strati portanti a freddo con il 100 percento di materiali riciclati. Il bitume in schiuma integra in modo ottimale l’alimentazione di materiale di riciclo nel miscelatore.

PROCESSO DISCONTINUO (BATCH)

Nella prima fase di miscelazione gli inerti caldi vengono introdotti nel miscelatore. Il bitume in schiuma viene alimentato al mescolatore a doppio albero attraverso la rampa di spruzzatura e ricopre gli aggregati ad una temperatura di circa 100° C. Successivamente sono alimentati nel mescolatore gli ulteriori aggregati e filler.

PROCESSO CONTINUO

Il bitume schiumato viene alimentato nel mescolatore assieme agli aggregati a una temperatura di circa 100 °C. L’intensa miscelazione garantita dal mescolatore a due alberi con modalità continua garantisce un rivestimento perfetto di tutti gli aggregati.

REFERENZE

HANS WEIBEL AG, PROCESSO DI SCHIUMATURA DI

1.500 TONNELLATE DI ASFALTO A BASSE TEMPERATURE PER STRADE SVIZZERE

Nel 2010 la Hans Weibel AG ha utilizzato 1.500 tonnellate di asfalto a basse  temperature (con il processo WAM Foam ®) per interventi sulle strade ad alta percorrenza di Koppigen, nella regione svizzera di Emmental. Come strato base e d’usura si è usato l’ACT 22 N W - ecophalt ®.

L’asfalto è stato prodotto a Oberwangen, a circa 40 km di distanza. L’impianto di miscelazione asfalto Universal NG 320 con alimentazione di asfalto caldo di recupero è dotato di una torre di miscelazione a doppia linea, di un miscelatore Amix da 4 tonnellate e di un’unità per il bitume schiumato per produrre asfalto a basse temperature.

I vantaggi offerti dall’uso di un nuovo tipo di asfalto sono risultati evidenti fin dall’inizio: l’asfalto ha raggiunto il cantiere ad una temperatura di circa 110° C e per la compattazione si è usato un AV 95 – 2 con temperature inferiori agli 80° C. Nonostante le temperature estive elevate, il lavoro in cantiere è risultato confortevole, grazie alla riduzione dei vapori e del calore radiante proveniente dall’asfalto.

La superficie di asfalto ha ottenuto il grado di compattazione desiderato in ogni punto di misurazione, come confermato da analisi su prove di carotaggio e a dispetto delle difficili condizioni logistiche. Le marcature di segnaletica stradale sono state applicate poco dopo l’ultimo passaggio dei rulli, e quindi la percorribilità stradale è stata garantita già la mattina successiva.

 

CAMANDONA SA – INSTALLAZIONE DI UN GENERATORE DI SCHIUMA CON

SOLUZIONE RETROFIT SU UN IMPIANTO DI MISCELAZIONE ASFALTO

Per il parcheggio della sede principale di un gruppo internazionale nelle vicinanze di Losanna, Svizzera, sono stati posati circa 8,000 m² di asfalto a basse temperature. Il progetto ha utilizzato non solo la tecnologia del bitume a schiuma, ma anche il sistema Ammann di aggiunta del recycling con una percentuale del 40% di asfalto di recupero.

Il processo di produzione a basse temperature Ammann Foam utilizza una piccolissima quantità d’acqua per schiumare il bitume comunemente usato per applicazioni stradali. In tal modo si ottiene lo stesso rivestimento dell’aggregato come nell’asfalto caldo.

Il bitume schiumato rende possibile ridurre la temperatura di produzione dell’asfalto a circa 115° C. I vantaggi: minori consumi energetici, minori emissioni di CO₂ nell’impianto ed emissioni decisamente minimizzate sul cantiere stradale.

È inoltre possibile posare gli asfalti a basse temperature con bitume schiumato con le stesse procedure delle miscele calde convenzionali. Un fattore da non sottovalutare è la possibilità di ridurre la temperatura di compattazione in loco, permettendo così tempi adeguati per ottenere buoni risultati di compattazione.

L’impianto di miscelazione asfalto degli anni Novanta è stato equipaggiato con un generatore di schiuma Ammann. Il generatore di schiuma è completamente integrato nel sistema di controllo as1. Oltre al generatore di schiuma, l’impianto a Daillens integra un essiccatore per asfalto di recupero con velocità di rotazione variabile. Ciò evita la condensa dei gas di scarico e assicura un rendimento dei filtri adeguato – anche con temperature di produzione ridotte.

 

BERAG AG, BITUME SCHIUMATO PER STRADE SVIZZERE

ASFALTO SCHIUMATO TRA I MONTI SVIZZERI

Situazione
Le vecchie vie in pietrisco richiedono costosi e notevoli interventi di manutenzione. Le vie di accesso alle fattorie di Andreas Kilcher e Christian Zbinden non fanno eccezione.

La realizzazione di due strade asfaltate in collaborazione con la società di costruzioni Keller AG è stata approvata dopo l’ispezione del Dipartimento miglioramenti strutturali e produzione, che fa parte dell’Ufficio federale dell’agricoltura e della natura di Berna. Si è usato l’asfalto ecosostenibile, prodotto con la tecnologia Ammann Foam.

La fattoria “Studerli”
Un progetto che ha rappresentato una vera sfida. La fattoria di Christian Zbinden si trova nel mezzo di un altopiano a Sangernboden. La via di accesso a serpentina è decisamente ripida. Le tempistiche di progetto dovevano tener conto ad esempio del fatto che in estate le mandrie devono essere portate tra i monti per l’alpeggio. L’allevatore fa notare che solo successivamente la vita diventa più tranquilla in fattoria. Vale a dire il momento ideale per realizzare una strada asfaltata.

La fattoria “Ottenleuebad”
La mandria di Andreas Kilcher va all’alpeggio una settimana prima e quindi la società di costruzioni Walo Bertschinger AG ha iniziato i lavori in questa fattoria. L’obiettivo consisteva nella posa dell’asfalto sulla strada di accesso e nel cortile. Andreas Kilcher e la moglie avevano un progetto ben preciso per la fattoria. Era prevista la posa dell’asfalto fino alla terrazza. La sfida operativa consisteva nella necessità di una posa manuale dell’asfalto attorno al cortile, visti gli spazi ristretti. Ma naturalmente non è stato un problema.

Rivestimento stradale doppiamente ecosostenibile
Per le due costruzioni stradali si è usato un rivestimento stradale ecosostenibile realizzato con Ammann Foam. Il rivestimento ACT 22 L con bitume a schiuma si contraddistingue per la temperatura di produzione di circa soli 115° C e per la possibilità di stesa anche a basse temperature. Con l’impianto di miscelazione asfalto Universal S a Rubigen si è schiumato un normale bitume di tipo B160/220.

L’intero processo ha comportato circa 750 kg in meno di emissioni di CO₂ grazie semplicemente alla riduzione della temperatura. Inoltre il rivestimento stradale è stato realizzato sfruttando una percentuale del 50% di asfalto di recupero. Con l’alimentazione combinata di asfalto di recupero caldo e freddo si è potuto facilmente mantenere una temperatura costante di 115° C.

La miscela ottenuta rispondeva perfettamente alle specifiche imposte. Il risultato è stato garantito dalla moderna tecnologia dell’impianto e dal software di comando as1 di Ammann.

Il risultato è strabiliante. La superficie del rivestimento stradale è liscia e il materiale rispetta appieno le specifiche qualitative. Al termine del progetto si sono posate 150 tonnellate di rivestimento (vale a dire 2.000 m2) in ogni fattoria e senza emissioni nocive, grazie alla bassa temperatura di posa.

STATEMENTS

Opinioni sull’asfalto a basse temperature

STATEMENT DEI COMMITTENTI

“Le autorità determinano solo la larghezza della via di comunicazione e lo spessore dello strato di rivestimento. La miscela usata per la posa deve però soddisfare determinati criteri tecnici. Ma non indichiamo all’appaltatore come possa o debba soddisfare tali criteri. Naturalmente è vantaggioso utilizzare più asfalto di recupero e temperature minori durante le fasi di produzione e posa. Le vie di accesso sono sottoposte a notevoli sollecitazioni. In Svizzera il carico massimo per asse corrisponde a 11,5 tonnellate, distribuite su due ruote. Di solito gli agricoltori seguono sempre gli stessi percorsi con le macchine agricole. Ne derivano solchi simili a quelli delle autostrade, che provocano problemi come aquaplaning ecc. Questo è quindi un fattore che richiede una buona stabilità dei rivestimenti per le strade di accesso”.

Hans Büttikofer, Dipartimento miglioramenti strutturali e produzione, dell’Ufficio federale dell’agricoltura e della natura di Berna.

 

STATEMENT DELLE AZIENDE DI POSA

“Si è dimostrato che il rivestimento può essere posato e compattato con metodiche tradizionali. Pertanto se la posa è riuscita su un terreno così difficile, significa che il materiale è utilizzabile ovunque”.

Peter Schmutz, amministratore della Walo Bertschinger AG.
www.walo.ch
“Abbiamo scelto questo rivestimento per le ottime caratteristiche di viscosità. La posa dell’asfalto con una pendenza dall’alto al basso è una procedura difficile e del tutto particolare. Il rivestimento con bitume a schiuma si è dimostrato però eccellente”.

Stefan Lack, Capogruppo costruzioni della Walo Bertschinger AG.
www.walo.ch
“Il lavoro di posa risulta più confortevole, in quanto vapori e odori sono ridotti al minimo”.

Beat Messerli, caposquadra della Walo Bertschinger AG.
www.walo.ch

 

STATEMENT DEI GESTORI DI IMPIANTO

“Le soluzioni a basse temperature sono il futuro dei rivestimenti stradali! Sfruttando la tecnologia con bitume a schiuma si risparmiano fino a 1,5 kg di olio combustibile per tonnellata di asfalto. Pertanto è stato possibile diminuire le emissioni di CO₂ di circa 7,5 tonnellate durante i lavori a Koppingen, fornendo un valido contributo alla realizzazione di vie di accesso sostenibili. La miscela di asfalto realizzata è qualitativamente ineccepibile e soddisfa ogni requisito degli standard relativi, sia per l’impianto che per la posa. Koppingen ha rappresentato un’esperienza decisamente positiva e promettente. Siamo convinti che le superfici a basse temperature saranno il futuro per l’industria di produzione dell’asfalto e delle costruzioni stradali”.

Samuel Probst, manager della Belagswerke Hans Weibel AG, Oberwangen (Svizzera).
www.weibelag.com

 

“Abbiamo utilizzato questa tecnologia per oltre 60.000 m2 di asfalto, con applicazioni manuali e a macchina. L’asfalto riciclato e il bitume schiumato si integrano alla perfezione. ”

Manuel Kellenberger, Direttore del reparto Tecnologia dell’asfalto della Camandona SA (Svizzera).
www.camandona.ch

 

“L’asfalto a basse temperature realizzato con bitume schiumato è un fattore positivo per l’ambiente, senza svantaggi per l’industria delle costruzioni”.

Ivan Baumann, Direttore Vendite e sviluppo, Berag Blacktop Plant.
www.beragrubigen.ch

 

STATEMENT DEL LABORATORIO

“Sono convinto che sia importante prendersi cura dell’ambiente. Ogni metodo che contribuisca a raggiungere questo obiettivo è decisivo. Nei nostri laboratori esaminiamo le miscele prodotte dagli impianti di miscelazione. Le analisi non hanno rilevato differenze rispetto all’asfalto a caldo a livello di compattazione, porosità, durata utile, planarità ecc. I prodotti sono assolutamente analoghi. Sono certo che il bitume schiumato sia la soluzione ideale e un’innovazione positiva, in quanto permette di risparmiare energia. Non va trascurato il fatto che la miscela risulta più fredda di 30-40 gradi Celsius rispetto alle miscele calde. E questa differenza di temperatura corrisponde a olio combustibile risparmiato”.

Felix Solcá, Direttore del Laboratorio per materiali di costruzione.
www.baustofflabor.ch

 

STATEMENT DEI PRODUTTORI DI IMPIANTI

“Il picco del consumo di energia di un impianto per la miscelazione dell’asfalto si ha durante la fase di riscaldamento dei materiali. Se riusciamo a ridurre la temperatura possiamo contribuire a diminuire i costi e gli sprechi di risorse”.

Andreas Biedermann, esperto dell’asfalto a basse temperature presso Ammann.
www.ammann-group.com

 

“L’asfalto in schiuma permette di produrre e posare rivestimenti stradali a basse temperature. Ricetta e qualità sono le stesse dell’asfalto ad alte temperature. Inoltre il rivestimento stradale soddisfa in ogni punto i requisiti legislativi”.

Roger Fierz, Ingegnere di processo presso Ammann.
www.ammann-group.com

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close